Chi siamo

C’è chi si limita a sfogliare la Gazzetta dello Sport fino a metà giornale.. e poi ci siamo noi.

Quelli che il calcio è bello, però non basta. Tutto lo sport è meraviglioso. E ancora più bello dello sport ci sono le sue storie. Le Olimpiadi racchiudono alla perfezione questo connubio, elevandolo al suo massimo potenziale.

Chi di noi non ha mai sentito raccontare da un proprio famigliare la storia di Pietro Mennea o di Sara Simeoni? Di Nino Benvenuti o di “Pollicino” Maenza?

Storie straordinarie di persone normali, da cui l’Italia intera si aspettava sempre il meglio, ma solo ogni 4 anni. Eh già. La stragrande maggioranza degli atleti olimpici spesso finisce nel dimenticatoio. Vengono portati alle luci della ribalta solo quando conquistano una medaglia e poi… svaniscono nel nulla.

Non tutti però hanno la memoria corta. Noi vogliamo riportare alla luce gli indimenticabili momenti di gloria che hanno fatto grande l’Italia sportiva grazie alla manifestazione più importante al mondo.

Lo faremo grazie alla nostra passione e attraverso le testimonianze di chi, quegli episodi, li ha vissuti in prima persona o li ha raccontati.

Ma non vogliamo fermarci al “passato”. Il nostro sarà un continuo cammino di avvicinamento alle Olimpiadi che verranno, per farvi capire come ci si possa emozionare sull’ultimo sparo della finale di tiro al piattello o sull’ultima pagaiata prima del traguardo nel mezzo di un fiume impetuoso.

Ascolteremo anche i protagonisti del presente e del futuro, perché la linea del tempo olimpica non si fermerà mai. E noi la percorreremo insieme a voi. Pronti a iniziare una straordinaria avventura a cinque cerchi?

I NOSTRI REDATTORI

Ecco i nomi dei nostri redattori: