Il nuoto alle Olimpiadi

Il nuoto alle Olimpiadi. I successi dei grandi nuotatori Azzurri, da Novella Calligaris a Domenico Fioravanti, da Massimiliano Rosolino a Federica Pellegrini fino a Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti.

Il nuoto alle Olimpiadi

L’ITALIA DEL NUOTO ALLE OLIMPIADI

Sport presente fin dalla prima edizione delle Olimpiadi Moderne di Atene 1896, il nuoto olimpico è sempre stato una delle competizioni più seguite e attese dai tifosi italiani.
Nei Giochi Olimpici di Rio 2016 l’Italia è riuscita a portare a casa quattro medaglie, di cui una sola conquistata da una donna, contrariamente a molte aspettative.
Nonostante il nuoto sia presente nella competizione a Cinque Cerchi fin dalla prima edizione di Atene 1896, l’Italia dovrà attendere le Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972 per vincere la prima medaglia, anzi le prime, con Novella Galligaris. Il periodo d’oro del nostro nuoto è comunque questo che stiamo vivendo tra anni ‘90 e anni 2000, visto che dai Giochi olimpici di Barcellona 1992 fino a Rio 2016 abbiamo sempre avuto almeno un atleta sul podio.

Il vero re di questo sport è senza ombra di dubbio lo statunitense Michael Phelps, che tra 2004 e 2016 ha conquistato la bellezza di 28 medaglie, di cui ben 23 d’oro. Atleta più medagliato della storia delle Olimpiadi Moderne, se fosse una nazione a sé sarebbe al quinto posto del medagliere di tutti i tempi del nuoto, sopra al Giappone che di ori ne ha vinti 22!

I PROTAGONISTI AZZURRI DEL NUOTO OLIMPICO

Abbiamo detto che la prima nuotatrice italiana a vincere una medaglia fu Novella Calligaris alle Olimpiadi di Monaco di Baviera 1972, dove fece tripletta vincendo l’argento nei 400 m stile libero e due bronzi nei 400 m misti e negli 800 m stile libero.
Ma, seppur non medagliato, non possiamo non citare il compianto Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer, che nel 1950 fu il primo italiano ad abbattere la soglia del minuto nei 100 m stile libero. Partecipò anche a due Olimpiadi, quella di Helsinki 1952 e quella di Melbourne 1956, arrivando entrambe le volte in semifinale.

L’edizione più vincente per il nuoto italiano è senza ombra di dubbio quella delle Olimpiadi di Sydney 2000, quando grazie alle spettacolari prestazioni di Massimiliano Rosolino, Domenico Fioravanti (considerati tra i migliori nuotatori italiani di sempre) e Davide Rummolo riuscimmo a vincere 6 medaglie, di cui ben 3 d’oro e piazzandoci al quarto posto del medagliere del nuoto.

Il nome più noto negli ultimi anni è però sicuramente quello di Federica Pellegrini: enfant prodige ai Giochi olimpici di Atene 2004, dove appena sedicenne vinse l’argento nei 200 m stile libero, da quel momento in poi incanterà il mondo intero, divenendo alle Olimpiadi di Pechino 2008 la prima donna italiana a vincere un oro olimpico nel nuoto.

Dopo un piccolo “crollo” ai Giochi di Londra 2012, dove la sola Martina Grimaldi riuscì a vincere un bronzo nella maratona 10 km, si arriva all’edizione di Rio 2016, dove la più grande soddisfazione ci è stata regalata da Gregorio Paltrinieri con il suo oro nei 1500 m stile libero, al termine di una gara in cui è parso irraggiungibile per chiunque. Assieme a lui è salito sul podio Gabriele Detti, che ha vinto un bronzo nella stessa specialità e nei 400 m stile libero. Per il nuoto olimpico femminile, un argento è arrivato da Rachele Bruni nella maratona 10 km.

In realtà gli atleti medagliati sono anche di più di quelli citati: mancano all’appello Stefano Battistelli (primo italiano a vincere una medaglia nel nuoto), Filippo Magnini, Emanuele Merisi… una lista che speriamo possa aumentare presto!

IL MEDAGLIERE DEL NUOTO ITALIANO ALLE OLIMPIADI

Nella storia del nuoto olimpico, l’Italia è riuscita a conquistare 22 medaglie: nello specifico, 5 ori, 5 argenti e 12 bronzi. Numero che ci classifica al 17° posto del medagliere, tra Ucraina e Russia.
Medaglie distribuite abbastanza uniformemente tra i vari stili di nuoto, con predilezione per lo stile libero e le gare miste, con la sola eccezione dello stile a delfino, dove non siamo mai arrivati a medaglia.