Le Olimpiadi invernali di Lake Placid 1932

Le Olimpiadi invernali di Lake Placid 1932. La terza edizione dei giochi deve affrontare una grave crisi economica mondiale, con molti paesi che rinunciano a partecipare per il costo elevato del viaggio oltreoceano. L’Italia si presenta con appena 12 atleti, tutti uomini.

 Le Olimpiadi invernali 1932, disputate a Lake Placid

 

L’ITALIA AI GIOCHI OLIMPICI INVERNALI 1932

Le speranze di medaglia alle Olimpiadi invernali 1932 sono riposte nel porta bandiera azzurro Erminio Sertorelli, che arriva forte di un successo nella 50km preolimpica di Cortina d’Ampezzo. Oltre a lui il team azzurro schiera 2 squadre di bob a 2 con Teofilo Rossi e Italo Casini in una e Agostino e Gaetano Lanfranchi nella seconda, tutti prenderanno poi parte nella gare di bob a 4. Nel salto con gli sci si presentano al cancelletto Ernesto Zardini, Ingenuino Dallago e Severino Menardi, impegnati anche nelle gare di combinata nordica. Per il fondo invece Sertorelli parte al via della 50km accanto a Giovanni Delago e Francesco De Zuliani, ma è il solo ad arrivare in fondo alla gara, mentre nella 18km Andrea Vuerich, Gino Soldà e Severino Menardi chiudono ben oltre la 20ma posizione.

IL CONTE ROSSI E LA DELUSIONE SERTORELLI

Nonostante le premesse facessero sperare nelle prime medaglie azzurre ai giochi invernali, le Olimpiadi di Lake Placid 1932 non portano successi. Il miglior risultato lo ottiene il conte torinese Teofilo Rossi di Montelera, che in coppia con Italo Casini arriva sesto nella gara di bob a 2, mentre migliora di una posizione con la squadra di bob a 4. La maggior delusione arriva però proprio dal portabandiera Sertorelli. La pista della massacrante gara di fondo è quasi del tutto senza neve a causa delle temperature quasi primaverili, una condizione che non favorisce uno svolgimento usuale e vinta dal finlandese Veli Saarinen, mentre l’azzurro si trova unico non nordico a lottare per le prime posizioni. Chiude al 12mo posto e dopo i risultati del bob è il miglior posizionamento ottenuto dalla spedizione italiana.

IL MEDAGLIERE DELLE OLIMPIADI INVERNALI 1932

L’Italia torna a casa ancora senza medaglie. Una nuova spedizione negativa però ampiamente preventivabile viste le difficoltà logistiche e la scarna delegazione azzurra arrivata a Lake Placid.