Le Olimpiadi invernali di Grenoble 1968

Le Olimpiadi invernali 1968 sono la casa della prima medaglia d’oro italiana nello sci di fondo ai Giochi. A vincerla è stato Franco Nones ma anche altri atleti sono saliti sul gradino più alto del podio durante l’Olimpiade invernale di Grenoble 1968 riscattando lo zero di Innsbruck 1964.

Le Olimpiadi invernali 1968, disputate a Grenoble

L’ITALIA AI GIOCHI OLIMPICI INVERNALI 1968

Alle Olimpiadi di Grenoble 1968, l’Italia si è presentata con una delegazione di cinquantadue atleti di cui solo otto donne e divisi in otto sport. La missione è stata sicuramente salire sul gradino più alto del podio dopo essere rimasti a secco da Squaw Valley 1960. Intanto, nella squadra italiana è rimasto il quasi campione del bob di quattro anni prima a Innsbruck 1964 ovvero Eugenio Monti, seguito da un nuovi compagni sia per il bob a due che quello a quattro.

FRANCO NONES E IL PRIMO ORO NEL FONDO

Nella nazionale italiana è presente anche Franco Nones. Alla sua seconda esperienza olimpica dopo quella di Innsbruck, si presenta tra i favoriti per chiudere almeno nelle prime posizioni dopo i buoni risultati ottenuti ai Mondiali due anni prima. Nones, però, sorprende un po’ tutti e vince l’oro nella 30 km entrando nella storia come il primo italiano a vincere una medaglia d’oro alle Olimpiadi invernali nello sci di fondo. A Grenoble 1968, Franco Nones partecipa anche alla gara sulla distanza di 15 km, che chiude solo al trentaseiesimo posto, e alla staffetta con i compagni di nazionale, sesti.

IL MEDAGLIERE DELLE OLIMPIADI INVERNALI 1968

L’Italia vince solo quattro medaglie alle Olimpiadi invernali di Grenoble 1968 e sono tutte d’oro. Oltre Franco Nones nello sci di fondo, anche Erika Lechner, slittino, porta il tricolore sul gradino più alto del podio. Le restanti due medaglie provengono dal bob: Monti e de Paolis vincono in quello a due riuscendo a fare doppietta con quello a quattro in squadra con Zandonella e Armano.