Le Olimpiadi invernali di Innsbruck 1976

Le Olimpiadi invernali 1976 regalarono appena quattro medaglie all’Italia, ma confermò lo splendido stato di forma degli sciatori dello Stivale: fu la Valanga azzurra a conquistare tutti i podi ai Giochi Olimpici di Innsbruck 1976.

Le Olimpiadi invernali 1976, disputate a Innsbruck

L’ITALIA AI GIOCHI OLIMPICI INVERNALI 1976

Quarantanove uomini e undici donne, per un totale di sessanta atleti. Era questa la  consistenza della squadra italiana che si presentò nella più importante città del Tirolo per affrontare le Olimpiadi invernali di Innsbruck 1976.

L’Italia, nonostante il buon numero di atleti, ottenne poche medaglie, tutte nello sci alpino: Piero Gros, Gustav Thöni, Herbert Plank e Claudia Giordani furono gli unici Azzurri a salire sul podio. Gros precedette il sudtirolese Thöni nello slalom speciale. Nella stessa prova arrivò l’argento della Giordani. Il vipitenese Herbert Plank, infine, portò a casa il bronzo nella discesa.

PIERO GROS: SI “STACCA” LA VALANGA AZZURRA

Gli anni Settanta regalarono davvero moltissime soddisfazioni allo sci Azzurro. La squadra italiana, chiamata appunto Valanga Azzurra, fece incetta di titoli in tutte le competizioni alle quali partecipò. Non mancò quindi l’appuntamento olimpico di Innsbruck, dove Piero Gros riuscì a conquistare l’unico oro della spedizione nello slalom speciale. Il piemontese precedette il compagno di squadra Gustav Thöni e all’atleta del Lichtenstein Willi Frommelt in una gara valida anche per la Coppa del Mondo.

IL MEDAGLIERE DELLE OLIMPIADI INVERNALI 1976

Appena quattro gli allori olimpici italiani in questa edizione: un oro, due argenti e un bronzo. Un medagliere olimpico abbastanza esiguo nonostante le grandi prestazioni nello sci alpino. L’Italia chiuse al decimo posto, lontana non solo da Urss e Germania Est, rispettivamente prima e seconda, ma anche da Austria, Svizzera e Paesi Bassi. Un risultato che, però, non si discostò molto da quando avvenuto alle Olimpiadi invernali di Sapporo 1972. Quattro anni dopo, a Lake Placid, sarebbe andata addirittura peggio.