Le Paralimpiadi di Londra 2012

Le Paralimpiadi 2012. Alex Zanardi, dalla Formula Uno alle tre medaglie nell’handbike. Il medagliere italiano alle Paralimpiadi di Londra 2012 con le nostre storie.

Le Paralimpiadi 2012, disputate a Londra

L’ITALIA AI GIOCHI PARALIMPICI DI LONDRA 2012

Certamente quella delle Paralimpiadi 2012 rientra tra le edizioni più importanti e significative per gli azzurri paralimpici. Dodicesimo posto nel medagliere, figlio di 9 ori, 8 argenti e 11 bronzi. Le discipline in cui si sono raccolte più medaglie sono state il ciclismo, il nuoto e l’atletica. Tra il 29 agosto ed il 9 settembre, ha brillato particolarmente la stella di Alex Zanardi, portabandiera nella cerimonia di chiusura ed uno degli atleti plurimedagliati (con 2 ori ed un argento) insieme a Cecilia Camellini (2 ori e 2 bronzi), ai fratelli Pizzi (1 ori e 1 argento), ad Oxana Corso (2 argenti), a Vittorio Podestà (1 argento e 2 bronzi) ed a Federico Morlacchi (3 bronzi).

ALEX ZANARDI: IL GRANDE RITORNO

Si sapeva che Alex Zanardi era uno tosto. Lo aveva dimostrato ritornando ostinatamente alla vita di tutti i giorni dopo il terribile incidente automobilistico che gli costò l’amputazione degli arti inferiori. La scoperta dell’handbike gli ha ridato ulteriore speranza. Londra 2012 ha così salutato il ritorno su grandi livelli di un atleta dal cuore grande. Vittorie nella corsa in linea e nella prova a cronometro, secondo posto nella staffetta mista. Insomma, un’Olimpiade da celebrare.

IL MEDAGLIERE ALLE PARALIMPIADI 2012

Al primo posto del medagliere paralimpico di Londra 2012 si trova la Cina, capace di conquistare addirittura 231 medaglie, delle quali 95 d’oro. Una supremazia schiacciante. Nettamente distanti gli altri: la Russia è seconda per il conteggio degli ori (36), ma di poco dietro alla Gran Bretagna per il numero di medaglie ottenute (120 per i padroni di casa e 102 per i russi). Quarto posto per l’Ucraina, davanti ad Australia e Stati Uniti. Dodicesimo posto per l’Italia.