Le Paralimpiadi invernali di Innsbruck 1988

Le Paralimpiadi invernali di Innsbruck 1988 sono le seconde consecutive nella città austriaca. L’idea era di inaugurare la tradizione della stessa sede, come per le Olimpiadi e Paralimpiadi estive, ma nel 1988 Calgary non è in grado di sostenere economicamente anche l’organizzazione dei giochi paralimpici e Innsbruck è invece già attrezzata. Partecipano 277 atleti, in 4 diversi sport allo sci alpino, corse di slittino sul ghiaccio e sci e sci di fondo si aggiunge il biathlon.

Le Paralimpiadi invernali 1988, disputate a innsbruck

 

L’ITALIA AI GIOCHI PARALIMPICI 1988

Alle Paralimpiadi invernali di Innsbruck 1988 l’Italia da una bella prova di orgoglio dopo la deludente spedizione del 1984 sempre nella città austriaca, che aveva portato agli azzurri il solo bronzo di Oberhammer nello sci alpino. Di nuovo a Innsbruck 1988 ecco arrivare ben 9 medaglie di cui 3 ori. L’Italia festeggia anche il primo podio femminile nella discesa libera con Carmela Cantisani.

OBERHAMMER RE DELLO SCI ALPINO

Bruno Oberhammer è alla sua seconda Paralimpiade invernale, dopo una medaglia di bronzo al suo debutto ai Giochi di Innsbruck 1984 si ritrova sulle nevi austriache e vuole migliorarsi. La spedizione italiana conta sullo sciatore di Bolzano che non delude le aspettative, andando anche oltre le possibili previsioni di un podio. Oberhammer vince in entrambe le gare di sci alpino categoria non vedenti arrivando a conquistare un doppio storico oro, nello slalom e nella discesa libera.

PAOLO LORENZINI, TRIS DI MEDAGLIE NELLO SCI NORDICO

Agli ori di Oberhammer si aggiunge quello di Paolo Lorenzini che domina nello sci di fondo alle Paralimpiadi invernali di Innsbruck 1988. Lorenzini è campione nella distanza lunga di 30km e sale sul podio con un ottimo terzo posto sulla distanza breve dei 15km dietro all’americano Robert Walsh e lo svedese Max Stalnacke. Il tris di medaglie e il secondo bronzo arriva ancora dal fondo nella staffetta 4x10km insieme ai compagni di squadra Riccardo Tomasini, Hubert Tscholl ed Erich Wal.

IL MEDAGLIERE ALLE PARALIMPIADI INVERNALI 1988

L’Italia torna dalle Paralimpiadi invernali 1988 con 9 medaglie. Oltre al doppio oro di Oberhammer e alla tripletta di medaglie di Lorenzin, gli azzurri celebrano anche il terzo posto di Manfred Penfler che raggiunge lo sciatore di Bolzano sul podio dello slalom. Un altro doppio podio tricolore, con Oberhammer sul gradino più alto, è quello della discesa libera con Josef Erlacher medaglia di bronzo. Sempre dallo sci alpino arrivano le ultime soddisfazioni, un bronzo nella discesa libera classe B2 di Antonio Marziali e la sola medaglia femminile, il bronzo di Carmela Cantisani nella discesa libera classe B1. L’Italia chiude al decimo posto nel medagliere paralimpico.