Le Paralimpiadi invernali di Vancouver 2010

Il Canada ospita le Paralimiadi invernali 2010. La prima volta per i nordamericani fu per i giochi estivi di Toronto, 1976 dopo aver superato al ballottaggio Pyeongchang. Viviane Forest è la prima atleta paralimpica a vincere una medaglia d’oro sia nei giochi invernali (discesa libera) sia in quelli estivi (pallamano), ma sempre in questa edizione, con una medaglia d’oro nello sci di fondo, anche Francesca Porcellato potrà vantare questo record.

Le Paralimpiadi invernali 2010, disputate a Vancouver

L’ITALIA AI GIOCHI PARALIMPICI 2010

L’Italia si presenta alle paralimpiadi invernali di Vancouver 2010 con 35 atleti in quattro diverse discipline e dopo i buoni risultati ottenuti quattro anni prima a Torino 2006  spera di riuscire a ripetersi. Dopo i primi 5 giorni di gare tuttavia non arrivano medaglie e si inizia a temere un possibile flop della spedizione azzurra. A un giorno dalla chiusura sono 6 i podi ottenuti, con una tripla medaglia del nostro portabandiera Gianmaria Dal Maistro e le medaglie di Masiello nel fondo, a 24 ore dalla chiusura ecco la fiammata rossa di Francesca Porcellato, che porta all’Italia il suo primo e unico oro.

FRANCESCA PORCELLATO, UNO SPRINT D’ORO

L’Italia deve attendere la sua “rossa volante” per riuscire ad agguantare il gradino più alto del podio. Alle paralimpiadi di Vacouver 2010 Francesca Porcellato è alla sua seconda partecipazione ai giochi paralimpici invernali, dopo il debutto di Torino 2006 e questa volta ha come obiettivo un podio. Nel chilometro sprint, sci di fondo, specialità sitting Francesca si trova davanti all’ucraina Olena Iurkovska e alla bielorussa Liudmila Vachuk e non spreca il vantaggio ottenuto, con il tempo di 2’58″5 taglia per prima il traguardo ed è la nuova campionessa. Con il successo nello sprint Francesca conquista la sua seconda medaglia d’oro in una Paralimpiade, la prima è di ben 22 anni fa, ai giochi estivi di Seul 1988 in cui vinse la gara dei 100m, oltre alla staffetta 4×100.  

ENZO MASIELLO DUE VOLTE SUL PODIO NEL FONDO

Rivincita e podio per Enzo Masiello alle paralimpiadi di Vancouver 2010. L’atleta azzurro riesce a raggiungere quella medaglia di bronzo che a Torino gli era sfuggita per appena 7 secondi nella 15km di fondo, tecnica classica, sitting. In Canada Masiello è terzo con il tempo di 41’54’9, ma non finisce qui la sua avventura a cinque cerchi. Tre giorni dopo, il 18 marzo, si migliora ancora vincendo una spettacolare medaglia d’argento nella 10km ad appena 4 secondi di distanza dal suo diretto inseguitore, il bielorusso Loban.

IL MEDAGLIERE ALLE PARALIMPIADI INVERNALI 2010

Il medagliere delle Paralimpiadi invernali di Vancouver 2010 vede l’Italia undicesima con 7 medaglie e in calo rispetto a Torino 2006 quando aveva finito al nono posto. Il portabandiera azzurro Gianmaria Dal Maistro è tra i protagonisti del team italiano insieme alla sua guida Tommaso Balasso. Dopo l’oro e l’argento conquistati a Torino 2006 è tra gli atleti più attesi e non delude portando a casa 3 medaglie, un argento nella supercombinata e due bronzi nello slalom speciale e nello slalom gigante, categoria ipovedenti. Enzo Masiello aumenta il medagliere con un altro argento e un bronzo nel fondo e all’oro di Francesca Porcellato si aggiunge l’argento di un’altra donna. Melania Corradini chiude al secondo posto la gara di Super-G categoria standing.