Il sollevamento pesi alle Paralimpiadi

Il sollevamento pesi alle Paralimpiadi venne introdotto ai Giochi Paralimpici di Tokyo 1964. Per la partecipazione dell’Italia, però, si sarebbe dovuto attendere il 2016.

il sollevamento pesi alle paralimpiadi

L’ITALIA DEL SOLLEVAMENTO PESI ALLA PARALIMPIADI

Il sollevamento pesi alle Paralimpiadi è una disciplina può essere considerata come l’ultima arrivata nel panorama sportivo italiano. La prima partecipazione alle Paralimpiadi degli atleti italiani, infatti, è datata addirittura 2016. Alle Paralimpiadi di Rio parteciparono i primi due azzurri della storia della competizione. Anche se l’Italia ha iniziato la sua storia nel sollevamento pesi paralimpico da poco tempo, la disciplina è presente nella competizione a partire da Tokyo 1964.

I PROTAGONISTI AZZURRI DEL SOLLEVAMENTO PESI PARALIMPICO

Martina Barbierato e Matteo Cattini sono i protagonisti assoluti del sollevamento pesi alle Paralimpiadi. Sono loro, infatti, i primi due atleti della storia paralimpica italiana a prendere parte a un’edizione della competizione.

Martina Barbierato, classe 1994, ha iniziato a praticare il sollevamento pesi solamente nel 2012: in pochi anni, la giovane atleta azzurra ha raggiunto risultati sorprendenti, che l’hanno portata a stabilire il record del mondo juniores e a qualificarsi per le Paralimpiadi.

A 32 anni Matteo Cattini è arrivato a Rio anche grazie all’esclusione dell’intero comitato paralimpico russo.

IL MEDAGLIERE DEL SOLLEVAMENTO PESI ITALIANO ALLE PARALIMPIADI

I risultati dell’unica Paralimpiade alla quale ha partecipato l’Italia non hanno portato a medaglie. Martina Barbierato e Matteo Cattini, infatti, non sono riusciti a salire sul podio e quindi il totale degli allori conquistati dagli azzurri è ancora ferma a zero con l’obiettivo di migliorare in vista delle Paralimpiadi di Tokyo 2020.