Il tennistavolo alle Paralimpiadi

Il tennistavolo è sport paralimpico sin dalla prima edizione dei Giochi Paralimpici di Roma 1960. Gli eventi organizzati per questo sport sono vari a seconda della disabilità dell’atleta.

Il tennistavolo alle ParalimpiadiL’ITALIA DEL TENNISTAVOLO ALLE PARALIMPIADI

Nel tennistavolo paralimpico, l’Italia può vantare una tradizione piuttosto buona. Sin da Roma 1960, la squadra azzurra ha presentato buoni atleti che poi sono stati capaci di finire sul podio. I risultati non sono mancati neanche nell’edizione delle Paralimpiadi di Rio 2016.

I PROTAGONISTI AZZURRI DEL TENNISTAVOLO PARALIMPICO

Ѐ più che giusto inserire tra i protagonisti azzurri del tennistavolo paralimpico chi per primo ha vinto in questo sport e quindi far riferimento ai vari italiani che a Roma 1960 hanno conquistato il podio e la medaglia. Tra i vari nomi spicca Franco Rossi che oltre che atleta in questa disciplina, è stato un campione anche nella scherma e nel nuoto paralimpici. Tra le donne invece, Maria Scutti vince l’argento nel tennistavolo paralimpico ma conquista altre quattordici medaglie, di cui ben dieci d’oro, proprio durante la stessa  edizione dei Giochi. Ritornando al presente, più precisamente a Rio 2016, inseriamo in questa categoria Giada Rossi, classe 1994 vincitrice del bronzo nelle ultime Paralimpiadi.

IL MEDAGLIERE DEL TENNISTAVOLO ITALIANO ALLE PARALIMPIADI

L’Italia ha collezionato trentacinque medaglie nel tennistavolo paralimpico, di cui solo cinque d’oro, dodici d’argento e ben diciotto di bronzo. Dopo Rio 2016, l’Italia è diciottesima nel medagliere della disciplina, a una medaglia d’oro di distanza da Danimarca e Slovenia.